Italian Medical News

Covid: più veloce nel generare varianti rispetto agli altri virus

Tempo di lettura: 2 minuti

Le motivazioni alla base di questa velocità del virus sono tante

La grande capacità di imprimere improvvise accelerazioni alla propria evoluzione è la motivazione alla base della produzione di nuove varianti del Covid. E questo accade a una velocità nettamente superiore rispetto agli altri virus. La dimostrazione arriva direttamente dallo studio pubblicato su Molecular Biology and Evolution dal gruppo di ricerca guidato da Sebastian Duchene, professore dell’Università australiana di Melbourne. Solitamente, come ha spiegato lo stesso professore, un virus impiega un anno, o anche di più, per sviluppare una variante.

Per quanto riguarda il Covid, in particolare, le mutazioni hanno avuto una velocità ben più alta rispetto al normale. La Delta, ad esempio, ha impiegato sei settimane ad apparire rispetto alla forma originale. Il gruppo di Duchene, per capire le cause di questa velocità, ha eseguito uno studio approfondito. Focus su centinaia di sequenze genomiche rispetto alle prime quattro varianti: Alfa, Beta, Gamma e Delta.

La motivazione alla base di queste accelerazioni potrebbe dipendere da tanti fattori. Le infezioni prolungate, ad esempio, una forte selezione naturale che spinge il virus a eludere le difese immunitarie. Oppure la veloce trasmissibilità attraverso le persone non vaccinate. Un fattore, questo, che può portare a un’evoluzione molto veloce.

Uno studio che fa capire ancora di più quanto sia importante la vaccinazione. E soprattutto, come si debba sorvegliare il genoma virale per rilevare precocemente le varianti provando ad anticiparle.

Potrebbe anche interessare La conferma dell’OMS: “I vaccini approvati sono utili anche per la varianti”

Condividi:
italian medical news
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!