Italian Medical News

Elaborato vaccino universale contro le infezioni resistenti

Tempo di lettura: 2 minuti

Nei test sperimentali, il vaccino ha garantito una rapida protezione contro otto diverse specie di batteri e funghi

Le infezioni resistenti, specialmente nell’ambito ospedaliero, causano migliaia di vittime ogni anno. Pertanto, è di rilevante importanza il report proveniente da uno studio pubblicato su Science Translational Medicine da un gruppo di ricerca dell’Università della California Meridionale, il quale si concentra sullo sviluppo di un innovativo vaccino universale volto a preservare i pazienti più vulnerabili dall’assalto dei batteri estremamente resistenti.

Sperimentato su un modello murino, il vaccino ha dimostrato di fornire una rapida difesa contro 8 diverse specie di batteri e funghi. Il suo obiettivo è istruire il sistema immunitario a contrastare i patogeni che minacciano i pazienti ospedalizzati, con particolare attenzione al temibile Staphylococcus aureus resistente alla meticillina (MRSA). La protezione conferita dal vaccino è stata osservata fino a 28 giorni nei topi durante i test, un periodo che, se confermato negli esseri umani, potrebbe risultare sufficiente per prevenire potenziali infezioni durante il periodo di degenza.

Il vaccino ha dimostrato la sua efficacia non solo contro il MRSA, ma anche nei confronti dell‘Enterococcus faecalis resistente alla vancomicina e del Klebsiella pneumoniae. Inoltre, ha manifestato effetti protettivi contro funghi come Candida albicans e Rhizopus delemar, i quali possono proliferare nei pazienti immunodepressi. Gli effetti protettivi sono iniziati entro 24 ore dalla somministrazione e si sono protratti fino a 28 giorni con una singola dose.

“Dato che la durata media dell’ospedalizzazione per cure acute è di 5 giorni e il 95% delle ospedalizzazioni dura meno di 21 giorni, la durata dell’effetto protettivo offerto non è un deterrente per l’efficacia o la somministrazione del vaccino” sostengono gli autori dello studio.

Clicca qui per leggere l’estratto originale dello studio. 

Potrebbe interessare anche Non è vero che i vaccini anti Covid hanno aumentato malattie cardiache

vaccino universale
Condividi:
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!