Italian Medical News

Concorso deserto, Asrem rischia di rimanere con un solo medico abortista

Tempo di lettura: 2 minuti

In Molise sta per andare in pensione il medico non obiettore dopo aver rinviato per due volte

Costretto a rinviare la pensione per due volte a causa della mancanza di un ricambio. E’ una storia di un medico che, allo stesso tempo, rappresenta lo specchio della difficoltà di una categoria intera nel trovare il ricambio generazione che possa garantire una continuità delle attività. E questo senza che si vada a ingolfare un sistema che spesso vede un solo professionista tenere a bada un numero di pazienti ben al di sopra del normale.

Entrando nello specifico della storia, dal prossimo primo gennaio, il rispetto della legge 194 in Molise sarà garantito da un unico medico non obiettore. E questo perché il medico abortista presente sta per andare in pensione tra pochi giorni. Il carico andrà a finire tutto su una dottoressa che sta affiancando il medico in questione con un servizio di 18 ore settimanali. Il concorso bandito ad aprile scorso dall’Asrem, l’Azienda sanitaria del Molise, e concluso a novembre, è andato deserto. Non si è presentato praticamente nessuno alla prova scritta. E questo aprirebbe un altro squarcio nella discussione sulla sanità italiana. Tant’è, il Molise a breve potrebbe trovarsi con un solo medico abortista. Troppo poco per una Regione, seppur piccola, che, comunque deve rispettare la legge 194 del 1978. Quella che recita che “gli enti ospedalieri e le case di cura autorizzate sono tenuti in ogni caso ad assicurare l’espletamento delle procedure e l’effettuazione degli interventi di interruzione della gravidanza”.

Potrebbe anche interessare Assunzione specializzandi nelle strutture private e nuovi fondi per la sanità

Immagine di repertorio
Condividi:
italian medical news
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!