Italian Medical News

Tumori testa collo: torna in presenza Make Sense Campaign

Tempo di lettura: 3 minuti

È in corso la decima edizione della Make Sense Campaign, la Campagna europea di sensibilizzazione alla diagnosi precoce dei tumori testa-collo. ‘Hai la testa a posto?’ è il motto dell’edizione italiana 2022

Nonostante un’estesa diffusione, non molti sanno che il carcinoma della testa e del collo è il settimo tumore più comune in Europa. Questa tipologia di cancro infatti presenta un’incidenza di circa la metà rispetto al cancro del polmone, ma di due volte superiore a quello del collo dell’utero. Nel nostro Paese, nel 2020 ben 9.000 persone hanno ricevuto una diagnosi di tumore testa-collo. Di queste, 4.100 non sono sopravvissute alla malattia (fonte ‘i numeri del cancro 2021’, AIOM). 

La Make Sense Campaign nasce nel 2013 proprio per rispondere alla mancanza di conoscenza nel grande pubblico riguardo le patologie oncologiche del distretto cervico-cefalico e per aumentare quindi la consapevolezza dell’importanza della prevenzione relativa a questa triste realtà. Dopo due edizioni declinate in modalità digitale a causa della pandemia, la Make Sense Campaign torna in presenza con la sua decima edizione (in corso dal 19 al 23 settembre). La campagna, promossa in Italia dall’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica – AIOCC, nel 2021 ha visto coinvolti ben 19 Paesi Europei (tra cui Francia, Germania, Belgio, Olanda e non solo) e anche un Paese extra-EU, il Brasile.

L’edizione italiana


‘Hai la testa a posto?’ è il motto dell’edizione italiana 2022 della Make Sense Campaign. Un titolo che rappresenta un vero e proprio monito a porre attenzione ai sintomi dei carcinomi cervico-cefalici, spesso ignorati o associati a malattie stagionali come un comune mal di gola o raffreddore. ‘Hai la testa a posto?’ si inserisce nella più ampia cornice della Make Sense Campaign europea, promossa da EHNS (European Head&Neck Society). Gli esperti del settore concordano nel dir che una rapida comprensione dei sintomi della malattia è fondamentale per una diagnosi precoce. In presenza di quest’ultima infatti il tasso di sopravvivenza sale all’80-90%, contro un’aspettativa di vita di soli 5 anni per coloro che scoprono la malattia in fase avanzata. (fonte ‘i numeri del cancro 2021’, AIOM). 

È per i motivi appena citati che da ieri, lunedì 19 settembre (e fino a venerdì 23), oltre 120 centri tra realtà pubbliche e private dislocate sull’intero territorio nazionale, stanno organizzando giornate di diagnosi precoce a porte aperte ad accesso libero o su prenotazione. L’obiettivo? Sempre lo stesso, ovvero sottolineare con un’azione condivisa, l’importanza di una diagnosi rapida

Le parole del Presidente AIOCC, Roberto Maroldi

Il Prof. Roberto Maroldi, Presidente AIOCC e Professore Ordinario di Radiologia all’Università degli Studi di Brescia, ha rilasciato importanti dichiarazioni in merito all’iniziativa. “ ‘Hai la testa a posto?’ è il motto della Make Sense Campaign di AIOCC per raggiungere e sensibilizzare le persone a non sottovalutare sintomi che possono indicare la presenza di un tumore della testa e del collo. Un chiaro campanello d’allarme – prosegue l’esperto – è se il sintomo non si risolve entro 3 settimane (la regola ‘1per3’). Messaggi sintetici e diffusione capillare. Così, quest’anno la campagna di sensibilizzazione e prevenzione – conclude il Presidente AIOCC – sta suscitando notevole interesse. Testimoniato dal numero elevato di persone che ricorrono al consulto medico specialistico gratuito offerto in oltre 120 centri, tra realtà pubbliche e private, che sostengono la Make Sense Campaign in Italia”.

Clicca qui per saperne di più sull’iniziativa. 

Potrebbe interessare anche Tumori della testa e del collo: parte la quarta edizione della campagna promossa da AIOCC

Make Sense Campaign
Condividi:
italian medical news
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!