Italian Medical News

Malattia Renale Cronica: patologia in espansione progressiva

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Ministero della Salute ha dedicato una delle sue pubblicazioni a una patologia che può colpire tutti, senza distinzione di età

La Malattia Renale Cronica (MRC) è una condizione clinica complessa e pericolosa caratterizzata dall’alterazione delle funzioni del rene, che sono molteplici, ed è causata da diverse malattie renali o altre malattie dell’organismo che colpiscono anche il rene. La MRC è un fattore indipendente di rischio cardiovascolare (CV). Spesso è associata ad altri fattori di rischio CV (ipertensione arteriosa, dislipidemia, diabete mellito di tipo II, etc.), causa frequente della malattia stessa. Nello stadio finale può essere trattata solo con la dialisi o il trapianto di rene.

La MRC è una patologia molto diffusa e in progressiva espansione in tutto il mondo, colpisce circa il 10% della popolazione mondiale. Le prevalenze più elevate nei Paesi economicamente più sviluppati e con età della popolazione più avanzata. In Italia la prevalenza nella popolazione adulta è intorno al 6-7%. La Insufficienza Renale Cronica, definita come riduzione della Velocità di Filtrazione Glomerulare (VFG) sotto i 60 ml/min, si attesta intorno al 3%.

Può colpire tutte le età con frequenza diversa. Bassa nei giovani (per lo più dovuta a malattie renali primitive), molto elevata negli anziani (in genere dovuta a malattie renali secondarie). In questo caso può superare il 30%, specie negli individui con più malattie croniche. La MRC è evolutiva e progredisce verso gli stadi più avanzati con velocità variabile. Gli stadi iniziali e intermedi sono quelli più frequenti e, spesso, sono asintomatici e restano sconosciuti.

La Malattia Renale Cronica, nello stadio avanzato può portare anche alla morte

La MRC si divide in 5 stadi clinici di gravità crescente in base alla presenza di alterazioni urinarie e al grado della funzione di filtrazione renale. La stadiazione tiene conto sia di proteinuria o albuminuria sia della misura della filtrazione renale (Velocità di Filtrazione Glomerulare, VFG, o Glomerular Filtration Rate, GFR); la combinazione di queste condizioni viene utilizzata per classificare la MRC in 5 stadi progressivi (fig. 1):

  • gli stadi iniziali (1 e 2) della MRC si manifestano con lievi alterazioni urinarie (proteinuria e/o ematuria cioè presenza di proteine e sangue nelle urine). Spesso asintomatiche, senza riduzione evidente della VFG
  • dagli stadi (3a e 3b) si parla di Insufficienza Renale Cronica (IRC) con riduzione della VFG <60 ml/min e può esserci proteinuria di grado variabile. In queste fasi compaiono diverse alterazioni del metabolismo, evidenziabili solo con esami di laboratorio
  • negli stadi avanzati (4 e 5), l’Insufficienza Renale Cronica è di grado severo (VFG <30 ml/min), le complicanze cliniche diventano evidenti e gravi e il rischio di morte è alto, soprattutto per cause cardiovascolari.

Fonte pubblicazione Ministero della Salute

Potrebbe anche interessare DL Sostegni – 1 milione di euro alla Rete Italiana Screening Polmonari per la diagnosi dei tumori

Condividi:
italian medical news
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!