Italian Medical News

Un cerotto per monitorare il cuore in tempo reale

Tempo di lettura: 2 minuti

Messo a punto un nuovo dispositivo in grado di monitorare la funzione cardiaca in tempo reale. Il ‘cerotto’ è opera di un team di scienziati dell’Università della California

Un team di ricercatori dell’Università della California ha elaborato un nuovo dispositivo indossabile in grado di monitorare la funzione cardiaca in tempo reale. Lo strumento, che ha le dimensioni di un francobollo, può essere indossato per 24 ore, anche nel corso di allenamenti intensi. L’obiettivo è offrire la tecnologia degli ultrasuoni accessibile a un numero maggiore di persone, come spiegato da Sheng Xu, docente di Nanoingegneria e coordinatore del progetto. Allo stato attuale, infatti, gli ecocardiogrammi richiedono tecnici altamente preparati e un’attrezzatura ingombrante. “La tecnologia consente a tutti di utilizzare gli ultrasuoni in tempo reale” – dichiara l’autore principale del lavoro. 

Grazie agli algoritmi di intelligenza artificiale, il dispositivo è in grado di misurare la quantità di sangue che il cuore sta pompando, aspetto fondamentale perché un cuore che non riesce a pompare abbastanza è l’origine della maggior parte delle malattie cardiovascolari. Le carenze della funzione cardiaca spesso si manifestano soltanto quando il corpo è in movimento e sotto sforzo. L’imaging cardiaco per verificare la salute a lungo termine del cuore, individua i problemi nel momento i cui si manifestano, ponendo le basi per una cura efficace.

Il dispositivo creato dai ricercatori californiani fornisce in tempo reale dati sull’attività di pompaggio del cuore, anche se la persona in quel momento sta facendo attività fisica. Nel particolare, il cerotto sfrutta gli ultrasuoni per catturare le immagini delle quattro camere del cuore da angolazioni diverse e analizza sottoinsiemi clinicamente rilevanti servendosi dell’Intelligenza Artificiale, il tutto in tempo reale“Il monitoraggio continuo della funzione cardiaca è essenziale per rilevare le disfunzioni e gestire le malattie cardiovascolari nei pazienti chirurgici e critici – spiega XuTuttavia, la misurazione in tempo reale della salute cardiovascolare è difficile con i metodi non invasivi esistenti”.

Dispositivo sicuro, non invasivo e di qualità

La nuova tecnologia indossabile sviluppata dal team californiano assicura un imaging cardiaco sicuro. Si tratta di un ‘cerotto’ non invasivo, di alta qualità e basato su immagini con elevato contrasto, risoluzione spaziale e temporale. “Riduce anche al minimo il disagio per il paziente e supera alcune limitazioni delle tecnologie non invasive come la CT e la PET, che espongono i pazienti alle radiazioni” – commenta Hao Huang, specializzando e membro del team di ricerca.

Il design unico del sensore lo rende ideale per i corpi in movimento. “Il dispositivo può essere applicato al torace senza causare disagispiega Xiaoxiang Gao, altro ricercatore coinvolto. Il nostro ‘cerotto’ fornisce un monitoraggio continuo della funzionalità cardiaca prima, durante e dopo un esercizio fisico intenso”.

Le malattie cardiache sono la principale causa di morte fra gli anziani. Purtroppo però stanno diventando sempre più diffuse anche fra i giovani a causa degli stili di vita scorretti. I segni delle malattie cardiache sono spesso transitori e imprevedibili, rendendo difficile una loro individuazione. Ne consegue il bisogno di tecnologie avanzate, non invasive ed efficaci che assicurino un imaging cardiaco in tempo reale, obiettivo raggiunto da questo dispositivo.

Clicca qui per leggere l’estratto originale dello studio e approfondire l’argomento. 

Potrebbe interessare anche Il consumo di cannabis è nemico del cuore: il nuovo studio

cerotto
Condividi:
italian medical news
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!