Italian Medical News

Donna ultracentenaria dona il fegato, è la prima volta nella storia

Tempo di lettura: 2 minuti

Il trapianto, che non ha precedenti documentati nella letteratura scientifica, è stato effettuato all’Ospedale ‘San Giovanni di Dio’ di Firenze su una donna deceduta a 100 anni, 10 mesi e 1 giorno

Per la prima volta nella storia, è stato donato a scopo di trapianto un organo da una persona ultracentenaria. Il prelievo dell’organo, nello specifico il fegato, non ha precedenti documentati in letteratura scientifica e si è verificato all’Ospedale ‘San Giovanni di Dio’ di Firenze. La donna in questione è deceduta la scorsa settimana all’età di 100 anni, 10 mesi e 1 giorno. Il Centro regionale trapianti della Toscana, in accordo con il Centro nazionale trapianti, ha giudicato idoneo il fegato, di conseguenza trapiantato con successo in una persona in lista d’attesa.

“A livello internazionale non risultano donazioni di organi solidi da persone decedute oltre il secolo di vita – dichiara il direttore del Centro nazionale trapianti, Massimo CardilloDocumentati ci sono solo infatti alcuni rari prelievi di tessuto, come le cornee. Siamo quindi in presenza di un evento eccezionale che testimonia, ancora una volta, la capacità tecnica e organizzativa della rete trapiantologica italiana. Capacità nel valorizzare tutte le donazioni, anche quelle di persone molto anziane, in modo da dare risposte efficaci all’attesa di trapianto di oltre 8.000 pazienti nel nostro Paese”. (Fonte dichiarazioni: Centro nazionale trapianti). 

I dati del 2021

Nel 2021 si contano 188 donatori di organi ultraottantenni, ovvero il 13,6% del totale. A questi, bisogna aggiungere 461 donatori deceduti tra i 65 e i 79 anni. Complessivamente quasi un donatore su due, lo scorso anno, era over 65, mentre l’età media dei donatori utilizzati si è attestata a quota 60,4 anni. Permane invece una maggiore diffidenza delle persone anziane nel dichiarare in vita il consenso dalla donazione degli organi. Persone spesso fuorviate dalla errata convinzione di non poter donare per ragioni anagrafiche. Seguendo i dati del Centro nazionale trapianti, nel 2021 il tasso di opposizione medio nelle dichiarazioni in merito è stato del 31,1%. Percentuale che però sale al 45,5% tra i 70-80enni e addirittura al 61,7% tra gli over 80. 

Clicca qui per leggere il comunicato ufficiale del Centro nazionale trapianti. 

Potrebbe interessare anche Trapianto di fegato collegato al pancreas: prima assoluta in bimbo di 4 anni

fegato

Condividi:
italian medical news
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!