Italian Medical News

Immunoterapia, l’arma del futuro contro il tumore dello stomaco

Tempo di lettura: 2 minuti

Il futuro dei trattamenti punta deciso all’immunoterapia nelle fasi avanzate di malattia, intervallata alla chemioterapia

L’Helicobacter pylori è un parassita capace di colonizzare la mucosa dello stomaco. È uno dei batteri più studiati in gastroenterologia. Questo, scorrazza tra esofago e duodeno ed è spesso responsabile di vari sconquassi, gastriti dolorose, ulcerazioni e tumori gastrici. Inoltre, nonostante sia possibile individuarlo con semplici test, talvolta l’Helicobacter pylori sfugge ai controlli. Diventa quindi, anche qui, fondamentale fare prevenzione

Sotto il punto di vista terapeutico, la chirurgia si conferma il fulcro della cura del cancro dello stomaco, attraverso tecniche mininvasive. Il futuro dei trattamenti, però, punta dritto all’immunoterapia, soprattutto nelle fasi avanzate della malattia, intervallata sempre alla chemioterapia. Si moltiplicano gli studi di genetica molecolare in modo da differenziare i diversi tipi istologici di tumore gastrico e arrivare dunque all’oncologia di precisione. In ogni caso, l’immunoterapia si profila tra le terapie adiuvanti più innovative e promettenti. Per esempio, lo studio Checkmate-649 ha dimostrato che inibitori dei checkpoint immunitari impiegati in prima linea, combinati alla chemioterapia, mostrano un determinante miglioramento della sopravvivenza. 

“I pazienti sottoposti a immunoterapia hanno risposte migliori”

Domenico D’Ugo, direttore del reparto Chirurgia Generale del Policlinico Gemelli di Roma, ha dichiarato in merito, importanti considerazioni. “L’immunoterapia sta aprendo prospettive molto interessanti nel trattamento del cancro dello stomaco in fase avanzata. Ciò vale soprattutto per alcune categorie di pazienti che presentano particolari assetti genetici come l’alterazione,  chiamata instabilità dei microsatelliti. Questa, è predittiva di non risposta alla chemioterapia. I primi studi – conclude lo specialista – indicano che i pazienti sottoposti a immunoterapia hanno risposte migliori”. 

Il cancro dello stomaco è la quinta neoplasia più comune. E’ anche la quarta causa di morte per tumore. In Italia si registrano 23mila nuove diagnosi ogni anno, e attualmente sono oltre 80mila le persone, in Italia, che soffrono di questa patologia. Esistono due criticità principali in relazione a questo tipo di tumore. Innanzitutto, si arriva spesso piuttosto tardi alla diagnosi. Occorrerebbe quindi fare maggiore prevenzione, e rivolgersi allo specialista in questione, già ai primissimi segnali di anormalità. Il secondo punto critico è la scarsità di centri di riferimento dotati della necessaria esperienza per affrontare i corretti percorsi terapeutici.

Potrebbe interessarti anche Combinazione immunoterapie: riscontrato miglioramento qualità di vita

immunoterapia
Condividi:
italian medical news
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!