Italian Medical News

In arrivo un nuovo farmaco per l’emicrania

Tempo di lettura: 2 minuti

Il suo nome è Erenumab ed è il nuovo anticorpo monoclonale che offre speranze a chi soffre di emicrania

Erenumab è il nome del nuovo anticorpo monoclonale che offre speranze a chi soffre di emicrania. Un team di ricercatori, sotto la guida di Patricia Pozo-Rosich presso l’Hospital Universitari Vall d’Hebron di Barcellona, ha esaminato il potenziale dell’anticorpo monoclonale nel trattamento dell’emicrania, confrontandolo con trattamenti orali non specifici. Il loro studio, pubblicato su Jama Neurology, ha coinvolto 621 pazienti con emicrania episodica che avevano sperimentato fallimenti con uno o due trattamenti preventivi. Questo trial clinico globale di fase 4 ha esaminato l’efficacia, la tollerabilità, l’aderenza e la soddisfazione dei pazienti trattati con Erenumab.

Ne è scaturito un vantaggio evidente di erenumab rispetto ai trattamenti non specifici sia in termini di efficacia che di tollerabilità. Al termine dello studio, il 56,2% dei pazienti trattati con erenumab ha raggiunto una riduzione del 50% o superiore nel numero dei giorni di emicrania ogni mese, contro il 16,8% dei pazienti che hanno assunto trattamenti non specifici. Positiva anche la percentuale di sospensione del trattamento a causa di eventi avversi, significativamente più bassa nel gruppo erenumab.

“I risultati di questo trial clinico randomizzato dimostrano che l’uso precoce di erenumab in pazienti con emicrania episodica che hanno fallito 1 o 2 trattamenti preventivi precedenti fornisce maggiore efficacia, sicurezza e aderenza rispetto all’uso continuativo di trattamenti non specifici”spiega Pozo-Rosich.

Clicca qui per leggere l’estratto originale dello studio.

Potrebbe interessare anche EMICRANIA: ELABORATA APP CHE SUGGERISCE I FARMACI MIGLIORI

emicrania
Condividi:
italian medical news
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!