Italian Medical News

Nutraceutica e sistema immunitario: il ruolo dei nutraceutici in reumatologia

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Dott. Luis Severino Martin, medico chirurgo, reumatologo e internista, espone importanti informazioni riguardo il fondamentale ruolo dei nutraceutici

Nutraceutica e sistema immunitario. Un binomio fondamentale e sempre più studiato dai maggiori esperti in materia. Tra questi figura Luis Severino Martin, medico chirurgo, reumatologo e internista, che ha risposto in modo chiaro e lucido a degli interrogativi relativi al ruolo della nutraceutica. La nutraceutica è una disciplina che indaga tutti i componenti o i principi attivi degli alimenti con effetti positivi per salute, la prevenzione e il trattamento di numerose malattie.

Dottore, è corretto dire che la nutraceutica deriva dalla sintesi dei termini ‘nutrizione’ e ‘farmacologia’? Può dirci qualcosa in merito?

“Si, il termine deriva da ‘nutrizione’ e ‘farmacologia’. Esiste un gruppo di sostanze che derivano frequentemente da alimenti o da elementi della natura. Questi, possono avere un effetto importante sul sistema immunitario. Possono quindi essere utilizzati in modo efficace in reumatologia. E’ vero che in questo momento mancano ancora degli studi per identificare veramente quale è il ruolo. Ed eventualmente capire quale è la citochina colpita”.

Quanto è importante una dietra nutraceutica in relazione alle malattie reumatiche?

La dieta nutraceutica è assolutamente fondamentale per le malattie reumatiche. Non soltanto per una questione di peso che ovviamente grava sulle articolazioni. Sappiamo che esistono alcuni alimenti che possono indurre una risposta infiammatoria maggiore e che aumentano il rilascio di citochine pro-infiammatorie. Su questo, la dieta mediterranea vera e ben equilibrata ha un effetto sicuramente positivo nelle malattie reumatiche”.

Lo studio del ruolo dei nutraceutici nelle malattie reumatiche ha ricevuto un notevole impulso negli ultimi 20 anni. Diversi composti dietetici hanno infatti dimostrato importanti effetti su specifiche attività cellulari coinvolte nel rilascio di mediatori dell’infiammazione. In aggiunta, anche lo stress ossidativo sembra giovare dall’assunzione di questi elementi. 

Potrebbe interessarti anche Aumento di peso durante pandemia: più 4 kg in persone affette da obesità

nutraceutica
Condividi:
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!