Italian Medical News

È possibile prevedere la depressione: ecco come

Tempo di lettura: 2 minuti

Secondo una nuova ricerca sarebbe possibile individuare l’arrivo della depressione mentre si è ancora in una buona condizione psicologica

Una specifica regione cerebrale sembra essere influenzata dalla presenza della depressione. Si tratta della corteccia cingolata, una parte fondamentale della corteccia cerebrale coinvolta nella gestione delle emozioni. Secondo gli autori di uno studio pubblicato su Nature, è plausibile rilevare l’insorgenza della depressione anche quando si gode ancora di una buona salute psicologica. Infatti, alcune settimane prima dell’inizio del quadro depressivo, si manifesterebbero i primi segnali patologici in questa specifica regione cerebrale.

I ricercatori della Icahn School of Medicine presso il Mount Sinai Hospital di New York, guidati da Helen Mayberg, hanno impiegato elettrodi cerebrali impiantati nella corteccia cingolata, un’area profonda del cervello con connessioni verso molte altre regioni cerebrali. Gli elettrodi sono stati posizionati per somministrare stimolazione elettrica in pazienti depressi che non avevano risposto a trattamenti precedenti. Tuttavia, oltre alla stimolazione, gli elettrodi hanno anche registrato i meccanismi di funzionamento della corteccia sia durante lo stato depressivo che dopo la guarigione.

Attraverso l’applicazione di tecniche di Intelligenza Artificiale, è stato possibile tracciare una mappa del funzionamento dell’area cingolata sia durante periodi depressivi che in quelli di benessere psicologico. I risultati ottenuti potrebbero segnare una svolta nel trattamento della depressione. Tuttavia, ulteriori ricerche sono necessarie per sviluppare sistemi non invasivi di monitoraggio dell’attività dell’area cingolata, evitando l’impianto di elettrodi di profondità. Un monitoraggio non invasivo offrirebbe ai professionisti della salute mentale un indicatore neurobiologico oggettivo della guarigione e uno strumento per anticipare eventuali recidive.

Clicca qui per leggere l’estratto originale dello studio. 

Potrebbe interessare anche Stile di vita sano riduce il rischio di depressione

prevedere la depressione
Condividi:
italian medical news
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!