Italian Medical News

Nuovi protocolli di cura per la xerosi

Tempo di lettura: < 1 minuto

La xerosi e i nuovi protocolli di cura sono tra gli argomenti principali trattati nel percorso di formazione gratuita FAD ECM in dermocosmesi a cura di IMR – Italian Medical Research 

La xerosi cutanea (indicata anche come xeroderma, pelle secca o asteatosi) è tra le diagnosi dermatologiche più comuni nella popolazione generale. Ciò vale in particolar modo tra gli anziani con una prevalenza che va dal 30 al 75%.
Rappresenta il sintomo principale di alcune condizioni della pelle come la psoriasi o la dermatite atopica. Può essere anche di tipo patologico quando legata a una determinata patologia o a un trattamento medico, come nel caso del paziente diabetico.

Il trattamento della xerosi è centrato sul mantenimento dell’idratazione cutanea, con l’utilizzo di creme particolarmente dense a base di vaselina e oli. Per i pazienti che sviluppano la dermatite delle mani può essere necessario l’uso di corticosteroidi topici per ridurre l’infiammazione e mantenere la barriera cutanea.
La xerosi e i nuovi protocolli di cura sono tra gli argomenti principali trattati nel corso “Conoscere la dermocosmesi: esigenze cutanee e trattamento per la protezione e riparazione della pelle”. Si tratta del nuovo percorso di formazione gratuita FAD ECM in dermocosmesi a cura di IMR – Italian Medical Research. Il corso FAD è realizzato con il contributo non condizionante di La Roche Posay.

Scopri maggiori dettagli sul corso (https://ecmitalianmr.it/event/dermocosmesi-pelle-ecm-gratuito)

Potrebbe interessare anche Aprile, il mese internazionale della rosacea

xerosi
Condividi:
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!