Italian Medical News

Ministero della Salute: riorganizzazione e nuove competenze

Tempo di lettura: 2 minuti

In dirittura d’arrivo il provvedimento che ridisegnerà l’organizzazione interna del Dicastero che passa da 12 a 14 direzioni generali

Non un semplice restyling bensì una vera e propria riorganizzazione del Dicastero che passa da 12 a 14 direzioni generali. È dunque ufficialmente pronta la nuova organizzazione del Ministero della Salute. Le nuove direzioni generali saranno coordinate sempre dal Segretario generale che prende anche le funzioni di gestione dei rapporti internazionali. Una novità di cui si parlava da tempo è che ora sta per diventare realtà. (Qui la bozza del decreto).

Sono davvero tante le novità a cominciare da direzioni nuove di zecca come la Direzione generale per le emergenze sanitarie, la Direzione generale per la salute mentale e le fragilità. A queste due si aggiungono la Direzione generale salute e ambiente e la Direzione generale per la transizione digitale del servizio sanitario. Novità inoltre anche per la Dg programmazione che si occuperà anche della garanzia dei Lea – Livelli essenziali di assistenza.

Il Ministero della Salute sarà articolato in 14 Direzioni generali coordinate da un Segretario generale. Si legge nella bozza del decreto che “Le direzioni generali, che svolgono le funzioni previste dal presente regolamento, nonché ogni altra funzione a esse connessa attribuita al Ministero dalla vigente normativa, provvedono altresì, secondo le rispettive competenze, ai compiti in materia di contenzioso e alle attività connesse all’espletamento delle procedure di evidenza pubblica e alla stipulazione di contratti, assumendone le rispettive responsabilità col supporto dell’ufficio dirigenziale di livello non generale all’uopo dedicato presso la Direzione generale della programmazione e del bilancio. Il coordinamento del contenzioso afferente a più direzioni è assicurato dal Segretario generale“.

Potrebbe interessare anche Nasce il “Sistema Nazionale Prevenzione Salute dai rischi ambientali e climatici”

Ministero
Condividi:
ISCRIVITI Subito ALLA NEWSLETTER
non perderti le news!